La Bella Addormentata nel bosco (Rosaspina) - Il Nido e il Volo - Centro di Psicologia per la Famiglia

La Bella Addormentata nel bosco (Rosaspina)

 

rosaspina“Fiabe e inconscio femminile” – 10°incontro

La Bella Addormentata nel bosco (Rosaspina)

Conoscere e superare il complesso materno negativo

Condotto da: M.C. PacellaP. Fiori

Mercoledi 11 febbraio 2015

Ore 19:00

prenota icona

Il motivo principale della bella addormentata del bosco è quello di una figura femminile che scompare e muore per poi ricomparire. È un tema diffuso anche nell’antichità, come nel mito di Demetra, in cui la figlia Persefone scompare per una parte dell’anno nel mondo sotterraneo. Questa fiaba ci racconta dell’evoluzione dell’atteggiamento del femminile verso l’amore e la sessualità che ha origine dal rapporto con la madre.

Nella fiaba è possibile individuare la metafora del complesso materno negativo. L’archetipo della madre, sperimentato nella sua variante negativa, può indurre il cosiddetto “complesso materno negativo” che ha ripercussioni differenti sul figlio maschio e sulla figlia femmina. Nella femmina si può manifestare con un’ipertrofia o un’estinzione degli istinti femminili. Rosaspina lo evidenzia con il suo addormentamento degli istinti, utilizzato come estrema difesa dal mondo della madre.
Un problema tipico della psicologia femminile, è l’incapacità a dimenticare le ferite, di modo che le ferite tendono a autoriprodursi e a diventare “veleno”  della propria esistenza, producendo una sorta di anestesia nei confronti della vita vera e delle emozioni.
La fiaba traccia un percorso che mira a individuare e recuperare il momento della ferita primaria affinché sia possibile prenderne consapevolezza e liberarsi da un sentimento rancoroso che inquina l’esistenza.
 
 
Bibliografia di riferimento
> Il femminile nella fiaba. Marie-Louise von Franz. Bollati Boringhieri 1983
> La predazione nella fiabe. Volfango Lusetti. Armando editori 2010
 
 
Il Centro di Psicologia per la Famiglia “Il Nido e il Volo” prosegue il ciclo di seminari su Fiabe e Inconscio femminile con l’analisi e l’approfondimento di altre cinque fiabe della tradizione. Continua il percorso di conoscenza e riflessione su di se’ rivolto, soprattutto, alle donne. Ci occuperemo di alcune tematiche fondamentali della psiche femminile attraverso l’approfondimento delle fiabe di cui conosceremo i significati e i simboli nascosti.
 

La proposta prevede 5 incontri a cadenza mensile della durata di 1 1/2 ora. Gli incontri si terrano il mercoledì dalle 19.00 alle 20.30

Ogni incontro ha un costo di euro 10,00. Per l’iscrizione all’intero ciclo di incontri è prevista una riduzione del 20% (euro 40,00).

Su richiesta si invia un attestato di partecipazione.

Per informazioni scrivete a  informazioni@sportelloascolto.it o chiamate il cell. 388/9739960. La prenotazione è necessaria. I posti disponibili sono 25.