Blog

 
Posted by Patrizia Fiori in Genitori, homepage, Infanzia, Prevenzione

Ricomincia la scuola. Avete fatto i compiti delle vacanze?

No, non si tratta degli odiati compiti delle vacanze per ripassare matematica e italiano, ma dei compiti che ognuno di noi dovrebbe fare per passare una bella estate. Prima di ricominciare…qualche spunto per fare un veloce bilancio dell’estate…

Ma, innanzi tutto, sapete a cosa serve l’estate?
L’estate è una stagione bellissima e adorata che oltre a regalarci il sole e l’agognata vacanza va considerata soprattutto come il prezioso periodo dei riti di passaggio.

Questo vale per tutti, bambini e adulti. E’ d’estate che avvengono i cambiamenti più importanti, che si prendono le decisioni e si progettano rinnovamenti. Pensateci … quanti momenti fondamentali della vostra vita hanno la loro origine nel periodo estivo? E anche in questo c’è lo zampino del BAMBINO LIBERO!
La vacanza estiva è, poi, l’occasione per l’acquisizione di nuove autonomie, ad esempio i bambini piccoli d’estate possono sperimentare il proprio autocontrollo (il controllo degli sfinteri) iniziando proprio d’estate a vedere com’è stare senza pannolone. Ma anche il figlio preadolescente sperimenta nuove autonomie: è d’estate che può fare più tardi la sera e che si vive in modo più fluido sia fuori che dentro il contesto familiare. Anzi, spesso si scopre “adolescente” proprio in questo periodo, nell’incontro con il primo amore o nella conoscenza con un nuovo gruppo di amici.
D’estate, poi, succedono veramente molte cose e molto più velocemente. Quanto mitico tempo “perso”! I bambini non vanno a scuola e spaziano tra giornate dai nonni o al centro estivo, vivono la noia e il divertimento, la libertà di giocare senza l’incombenza dei compiti e il dovere impigliato tra le mura scolastiche. Trascorrono più tempo con i genitori, anche quando, non avendo altre alternative, li seguono nel luogo di lavoro e possono finalmente curiosare nel loro mondo misterioso, così da poter scoprire cosa fanno quando non sono a casa con loro.
L’estate è, quindi, in realtà, un momento di grande lavoro personale su di sé e una occasione immancabile per crescere nel rapporto genitori figli. E voi, avete colto questa occasione?
Qui sotto troverete un elenco di obiettivi dell’estate che, per essere realizzati, hanno bisogno dell’ausilio del BAMBINO LIBERO.

Vi invito proprio a sfogliare la vostra estate da genitori e a osservare, con l’aiuto della tabella, quali dei 12 obiettivi riportati siete riusciti a raggiungere con i vostri figli.

Quali obiettivi hai raggiunto TU nella vostra vacanza?

  •  Ho conosciuto nuove persone.
  •  Ho osservato e riconosciuto cose belle (paesaggi, luoghi, oggetti)
  •  Ho imparato cose nuove (letto libri? Fatto un viaggio?visitato un museo?)
  •  Ho trascorso più tempo con amici e familiari
  •  Ha acquisito nuove autonomie (cose che faccio da solo)
  •  Ho scoperto nuove potenzialità (faccio cose che prima non sapevo fare, ho sfidato me stesso)
  •  Ho condiviso emozioni e scoperte con gli altri
  •  Mi sono stupito
  •  Mi sono sperimentato in contesti nuovi
  •  Ho creato qualcosa con le mie mani
  •  Ho costruito qualcosa insieme a mio figlio
  •  Ho fatto progetti di cambiamento

Quali obiettivi ha raggiunto TUO FIGLIO nella vostra vacanza?

  •  Ha conosciuto nuove persone.
  •  Ha osservato e riconosciuto cose belle (paesaggi, luoghi, oggetti)
  •  Ha imparato cose nuove (letto libri? Fatto un viaggio?visitato un museo?)
  •  Ha trascorso più tempo con amici e familiari
  •  Ha acquisito nuove autonomie (cose che fa da solo)
  •  Ha scoperto nuove potenzialità (fa cose che prima non sapeva fare, ha sfidato se stesso)
  •  Ha condiviso emozioni e scoperte con gli altri
  •  Si è stupito
  •  Si è sperimentato in contesti nuovi
  •  Ha creato qualcosa con le sue mani
  •  Ha costruito qualcosa insieme ai genitori
  •  Ha fatto progetti di cambiamento

 

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.