Insegnanti e alunni. Come gestire le emozioni a scuola - Il Nido e il Volo - Centro di Psicologia per la Famiglia

Blog

 
Posted by Patrizia Fiori in Prevenzione

Insegnanti e alunni. Come gestire le emozioni a scuola

Gli insegnanti alle prese con le emozioni degli alunni nella scuola primaria.

Nella società contemporanea, caratterizzata da profonde trasformazioni del modello familiare tradizionale, da crisi dei valori sociali, da grandi cambiamenti che investono l’organizzazione scolastica, mutano i punti di riferimento normativi, di identificazione ed educazione emotivo-affettiva per le nuove generazioni. Oggi come ieri si rende necessario supportare gli insegnanti nel loro compito educativo, ma con maggiore urgenza visti i cambiamenti che interessano quelli che nel passato costituivano saldi e indiscussi modelli pedagogici.

Un’insegnante della scuola primaria mi confida, con un sorriso amaro, che subito dopo ferragosto comincia a sognare il rientro in servizio.

Quando sta per iniziare un nuovo ciclo, pur dopo decenni di esperienza professionale,

  • le emozioni si intensificano:
  • Paura dell’ignoto accogliendo bambini che ancora non conosce
  • Rabbia per le difficili condizioni di lavoro in una zona svantaggiata economicamente, culturalmente e socialmente
  • Tristezza al pensiero che questa volta potrebbe non farcela.

I piccoli alunni hanno pure un bel da fare con le emozioni e i loro genitori non sono da meno.

Gli insegnanti si trovano così a dover gestire, impegnati su tre fronti, la propria emotività, quella dei bambini e quella dei genitori: ciascuno con il proprio personalissimo modo di declinarla determinato dall’età, e quindi maturità ed esperienza di vita, dalle peculiari caratteristiche di personalità e modellata attraverso le esperienze fatte nel corso dell’esistenza.

Le emozioni si manifestano e si aggrovigliano inscindibilmente: quelle degli adulti con responsabilità educativa e quelle dei bambini.

Come venire a capo di questa matassa che quando pare di averla sciolta si riannoda in un punto diverso?

Conoscere ruolo e significato delle emozioni rappresenta un punto di partenza: è come possedere gli strumenti per leggere le carte nautiche programmando e orientando la propria navigazione… o programmazione scolastica!

Comprendere quale emozione l’alunno sta manifestando e poterla collegare ad uno specifico stato interiore con un suo preciso significato, permette di guardare quel bambino da un’angolatura più ampia:

“Il piccolo sta provando e comunicando questo e, in questo modo, posso interagire con lui per svolgere in modo produttivo e soddisfacente il mio ruolo di insegnante”.

Acquisire dimestichezza con le emozioni e la loro valenza comunicativa dota di strumenti operativi che possono rendere più agevole la professione dell’insegnante.

Riconoscere, esprimere, modulare in modo appropriato le emozioni di base è un processo che inizia assai precocemente e da cui dipendono l’armonico sviluppo della personalità e l’adattamento dell’individuo al gruppo sociale. Accompagnare i minori nell’acquisizione di tali competenze è responsabilità di ogni istituzione educativa, principalmente quella familiare e scolastica, che può e deve essere supportate dalla competenza professionale dello psicologo.

Per approfondire la tematica vi invitiamo al seminario gratuito, rivolto espressamente agli insegnanti della scuola primaria e agli educatori:

DIMMI: CHE EMOTICON SEI?

Come gli insegnanti della scuola primaria possono favorire la comprensione, espressione, regolazione delle emozioni negli alunni

Insegnanti di alunni spaventati, arrabbiati, tristi

Nel seminario verranno introdotti gli aspetti comunicativi e relazionali delle emozioni e verranno forniti cenni di teoria e uno strumento pratico di semplice utilizzo da inserire nelle attività curriculari.

Il seminario si terrà Sabato 25 novembre 2017 alle ore 10,30, presso il Centro di Psicologia per la Famiglia Il Nido e il Volo

Con Ingresso gratuito, è necessaria prenotazione: www.nidoevolo.eventbrite.it

 

Intendiamo offrire il nostro contributo professionale agli insegnanti della scuola primaria per comprendere e gestire le emozioni di base dei propri alunni.

Per il valore socio-culturale dell’iniziativa è stato concesso il gratuito Patrocinio del VII Municipio del Comune di Roma

Ai partecipanti, interessati ad approfondire ulteriormente le tematiche trattate, verrà fornita una bibliografia di riferimento.

VERRA’ RILASCIATO ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

 

Post A Comment